CARBOSSITERAPIA

Per Carbossiterapia si intende l’uso di Anitride Carbonica (CO2) a scopi terapeutici, somministrata per via sottocutanea e percutanea tramite microiniezioni.

La carbossiterapia è una terapia sicura per il paziente, non esiste alcuna tossicità, infatti la CO2 è un normale metabolita cellulare e si può definire un farmaco naturale.

Gli effetti indesiderati sono una modesta dolorabilità locale e lieve crepitio sottocutaneo.

La carbossiterapia viene utilizzata in caso di:
•PEFS (pannicolopatia-edemato-fibro-sclerotica)
•Flebopatie e linfopatie
•Adiposità localizzata
•Aging (invecchiamento cutaneo: microrugosità, lassità cutanea)
•Smagliature / cicatrici
•Terapia del dolore

Mediamente i trattamenti si effettuano 1-2 volte alla settimana, per il viso solitamente sono sufficienti 6 sedute, per la lassità cutanea del corpo circa 8 sedute, ma la frequenza è subordinata all’entità dell’inestetismo, per la cellulite saranno necessarie almeno 10 sedute.